Cistite da luna di miele:

quando la passione genera afflizione

Le donne innamorate soffrono spesso di cistite:

i due non ne hanno mai abbastanza l’uno dell’altra, una sensazione favolosa comune soprattutto a chi si è innamorato da poco. E in questi frangenti, il diversivo più bello del mondo diventa per un po’ l’attività principale, favorendo la comparsa della cosiddetta «cistite da luna di miele».

Le donne sessualmente attive, che già di per sé soffrono di cistite in misura quattro volte maggiore rispetto agli uomini, la prendono con frequenza: il sesso praticato con frequenza irrita le mucose, causando microlesioni.

Il principale agente patogeno responsabile della cistite, è il batterio E. coli, presente nell’intestino. Nella donna, l’orifizio intestinale non è molto distante dall’ingresso vaginale. Inoltre, l’uretra femminile è lunga solo pochi centimetri. Più attrito e fluido corporale: e già il batterio E. coli ha la strada spianata verso la vescica.

Se la luna di miele va a braccetto con la cistite

Stimolo frequente a urinare, bruciore alla minzione, dolori crampiformi: Purtroppo, i sintomi della cistite da luna di miele sono tutt’altro che dolci: l’urina può diventare torbida e maleodorante. Altri sintomi sono lo stimolo frequente a urinare, dolore alla minzione fino a sangue nell’urina. Se trattata correttamente, la cistite si risolve in genere dopo tre-quattro giorni. Va consultato un medico quando i sintomi persistono e compare febbre oppure l’urina ha una colorazione rossa.

Se la luna di miele va a braccetto con la cistite
Perché tocca (quasi) sempre alle donne?
Il condotto uretrale nell’uomo è lungo

Perché tocca (quasi) sempre alle donne?

Le cistiti generalmente sono indotte da un’infezione di provenienza esterna, tramite batteri che penetrano attraverso l’apertura dell’uretra. Nelle donne, l’uretra è lunga solo da 2 1/2 a 4 centimetri, quindi gli agenti patogeni fanno presto a raggiungere la vescica.

Il condotto uretrale nell’uomo è lungo

L’uretra maschile è lunga 20-25 centimetri, in altre parole dieci volte più di quella femminile! Ecco perché i batteri non riescono a raggiungere così facilmente la vescica.

Eccitazione senza infezione!

La passione non deve per forza trasformarsi in frustrazione,bastano un paio di semplici regole:
  • urinare nei 15 minuti successivi al rapporto sessuale
  • non passare dal sesso anale a quello vaginale senza (nuova) protezione
  • bere molto!
  • Dopo la defecazione, pulire sempre andando dal davanti verso dietro, in direzione della schiena
  • Lavarsi con acqua tiepida
     

Perché, come regola generale vale: l’eccessiva igiene intima con lozioni e saponi profumati oltre a pulire fa purtroppo anche piazza pulita, rendendo pertanto le mucose più vulnerabili agli agenti patogeni.

A proposito, (quasi) tutte queste regole valgono anche per gli uomini!

FEMANNOSE® N

FEMANNOSE® N

FEMANNOSE® N con il principio attivo naturale D-mannosio: per il trattamento acuto e, a basso dosaggio, come prevenzione delle cistiti. Tratta in modo mirato i fattori scatenanti delle infezioni a carico della vescica e del tratto urinario (batteri E. coli) e allevia quindi anche i sintomi di cistite e infezioni delle vie urinarie.

  • Caratteristiche
    • Agisce rapidamente nella vescica: efficace già dalla prima assunzione
    • Ottima tollerabilità
    • Non induce resistenza batterica
    • Grazie ai diversi meccanismi d’azione può essere assunto in abbinamento con antibiotici
    • Gusto di frutta
    • Può essere usato durante la gravidanza e l’allattamento previa consultazione con il medico
    • Adatto per diabetici (unità pane: 0,3)
    • Per adulti e bambini a partire dai 14 anni
    • Prodotto naturale e vegano: senza glutine, lattosio e conservanti
  • Principi attivi

    2 g di D-mannosio

Chiedete una consulenza presso una vicina farmacia o drogheria:

Avete domande su FEMANNOSE® N?

Scriveteci, saremo lieti di aiutarvi.

Melisana AG
Grüngasse 19
8004 Zurigo
Telephono: 044 247 72 00
Fax: 044 247 72 10

o scriveteci