Trattare la cistite

Cosa posso fare e cosa aiuta in modo rapido e affidabile?

Le cistiti possono essere molto spiacevoli, ma di solito sono semplici da trattare. Una cistite acuta e senza complicazioni dovrebbe risolversi nel giro di tre giorni con il giusto trattamento.

Se si riscontrano i sintomi di una cistite, occorre intervenire rapidamente per bloccare l’infezione sul nascere. Spesso non è possibile andare subito dal medico e quindi si perde tempo prezioso.

Rimedi casalinghi contro la cistite: rapido sollievo in caso di disturbi lievi

Per le cistiti senza complicazioni e con sintomi lievi, alcuni rimedi casalinghi possono essere utili per alleviare il fastidio e bloccare
l’infezione. Questi rimedi sono anche adatti per prevenire il ripetersi delle infezioni. Per ottenere un rapido sollievo in caso di principio di infezione, sono utili i seguenti rimedi casalinghi:

  • assunzione di molti liquidi
  • calore
  • calma e relax

Cistite: bere molto, ma cosa?

Tra i rimedi più importanti per curare la cistite vi è l’assunzione di molti liquidi. La vescica e l’uretra devono essere «risciacquate» il più spesso possibile per eliminare i fastidiosi agenti patogeni. Per questo si suggerisce di bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno. A condizione che non vi siano motivi di salute per non farlo. Questo rimedio è utile anche per la prevenzione delle cistiti.

L’assunzione di molti liquidi ha inoltre l’effetto di incentivare la minzione. Chi soffre di cistite dovrebbe andare sempre in bagno non appena avverte lo stimolo. Anche se non è piacevole e si avverte bruciore durante la minzione. Se, al contrario, si trattiene l’urina, i batteri possono moltiplicarsi e diffondersi con più facilità.
Come bevande sono adatte l’acqua, ma anche le tisane, in particolare quelle per reni e vescica, i cui componenti vegetali possono avere anche un effetto antinfiammatorio, diuretico e antibatterico.

Molti soggetti affetti da cistite ricorrono anche al succo di mirtillo rosso o al mirtillo rosso sotto forma di polvere, capsule o compresse. I principi attivi dei mirtilli sembrerebbero impedire ai batteri di attaccarsi alla parete del tratto urinario. Tuttavia, questo effetto non è del tutto comprovato scientificamente.

Sono sconsigliate le bevande che irritano le vie urinarie, rendendole più suscettibili a ulteriori infezioni o alla diffusione di quella in corso. Tra queste vi sono il caffè, le bevande zuccherate e l’alcol.

Calore in caso di cistite

Per guarire dalla cistite si può inoltre ricorrere al calore che stimola la circolazione sanguigna. Borse dell’acqua calda, cuscini termici, lavaggio intimo o impacchi caldo-umidi possono quindi alleviare i sintomi della cistite. Inoltre aiutano a rilassare la muscolatura contratta.

Calma e relax

Chi soffre di cistite deve inoltre riposarsi. Questo perché l’organismo è impegnato nella lotta contro l’infezione. Concedete a voi stessi e al vostro corpo tranquillità e riposo.

Farmaci contro la cistite: se i rimedi casalinghi non bastano

Per alleviare i sintomi, è possibile assumere antidolorifici o farmaci antispastici.
Spesso però l’organismo necessita di un ulteriore aiuto nella lotta contro gli agenti patogeni. Alcune sostanze si sono dimostrate particolarmente efficaci nel trattamento delle cistiti acute. Una di queste è il D-mannosio.

Questo zucchero semplice viene estratto dal mais e impedisce che i batteri E. coli, principale causa delle cistiti, aderiscano alla parete vescicale. Questi vengono poi espulsi insieme all’urina. Si possono così attenuare rapidamente i sintomi e ridurre la durata della malattia.

Antibiotici contro la cistite:

in caso di emergenza

Non sempre è sufficiente trattare la cistite con rimedi casalinghi o farmaci contenenti D-mannosio. In caso di sintomi persistenti, è bene rivolgersi al medico.

Fino a pochi anni fa, l’impiego di antibiotici era ancora la regola anche per le cistiti senza complicazioni. Con la crescente consapevolezza delle conseguenze negative di un eccessivo consumo di antibiotici e della possibile formazione di una resistenza agli antibiotici, è cambiato il modo di pensare e questi farmaci non sono più la prima opzione per i medici.

Di norma, nel caso di una cistite con decorso lieve, prima di ricorrere agli antibiotici si punta su altre forme di trattamento. Tuttavia, se si tratta di una cistite con complicazioni o se i sintomi peggiorano, può essere opportuno prendere antibiotici. Questa decisione spetta in ultima analisi al medico. In ogni caso è importante assumere l’antibiotico per tutto il tempo prescritto dal medico e non interromperlo già dopo il miglioramento dei sintomi. I rimedi casalinghi elencati e il D-mannosio si possono utilizzare come terapia coadiuvante.

FEMANNOSE® N

FEMANNOSE® N

FEMANNOSE® N con il principio attivo naturale D-mannosio: per il trattamento acuto e, a basso dosaggio, come prevenzione delle cistiti. Tratta in modo mirato i fattori scatenanti delle infezioni a carico della vescica e del tratto urinario (batteri E. coli) e allevia quindi anche i sintomi di cistite e infezioni delle vie urinarie.

  • Caratteristiche
    • Agisce rapidamente nella vescica: efficace già dalla prima assunzione
    • Ottima tollerabilità
    • Non induce resistenza batterica
    • Grazie ai diversi meccanismi d’azione può essere assunto in abbinamento con antibiotici
    • Gusto di frutta
    • Può essere usato durante la gravidanza e l’allattamento previa consultazione con il medico
    • Adatto per diabetici (unità pane: 0,3)
    • Per adulti e bambini a partire dai 14 anni
    • Prodotto naturale e vegano: senza glutine, lattosio e conservanti
  • Principi attivi

    2 g di D-mannosio

Chiedete una consulenza presso una vicina farmacia o drogheria:

Avete domande su FEMANNOSE® N?

Scriveteci, saremo lieti di aiutarvi.

Melisana AG
Grüngasse 19
8004 Zurigo
Telephono: 044 247 72 00
Fax: 044 247 72 10

o scriveteci